Eventi

“Pagine di Storia – 3 Settembre 1943 – 10 settembre 1943” | Spadafora (ME) 24/11/2019

Si è svolta ieri 24/11/2019 nella suggestiva location del castello di Spadafora (ME), l’evento “Pagine di Storia – 3 Settembre 1943 – 10 settembre 1943”. Tema dell’evento le vicende storiche della RN Roma e dei CC.TT. Antonio da Noli e Ugolino vivaldi nel periodo compreso tra il 3 settembre ed il 10 settembre 1943 ed il ricordo dei marinai caduti nell’adempimento del loro dovere.

Relatori dell’evento sono stati il Dott. Placido Parisi ed il Vicepresidente dell’AFS “Associazione Ferrovie Siciliane” Vincenzo Annuario.

Durante l’evento si è discusso della vita operativa e caratteristiche della Corazzata Roma e sono state mostrate agli spettatori presenti foto e video sulla storia del suo affondamento

L’AFS ha altresì collaborato esponendo un modello in scala della RN Roma opera del modellista Franco Fazio

Emozionante la videoconferenza con il figlio di un superstite all’affondamento da Palma de Majorca , ove ha raccontato le vicende narrate dal padre ed il momento di silenzio in onore dei caduti.

Un pensiero su ““Pagine di Storia – 3 Settembre 1943 – 10 settembre 1943” | Spadafora (ME) 24/11/2019

  1. ^ il “Promemoria Dick” (Istruzioni per il trasferimento delle navi da guerra e mercantili italiane) redatto 4 settembre 1943 dal commodoro Roger Dick per il Comandante in Capo del Mediterraneo amm. Cunningham, elencava tutti i dettagli operativi di disarmo della flotta, previsti al punto 4. dell’armistizio breve. Al punto 7, il Promemoria Dick prevedeva: ” Riconoscimento: Tutte le navi da guerra durante il giorno dovranno alzare all’albero di maestra (o all’albero che hanno, per quelle che ne posseggono uno solo) un pennello nero o blu scuro, il piu grande possibile. Grandi dischi neri potranno essere posti in coperta come segnale di riconoscimento per gli aerei. Qualora durante la notte fossero incontrate altre navi, per farsi riconoscere saranno accesi i fanali di via con luce attenuata e sara trasmesso il segnale « G A

Rispondi a Sofia Marcher Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *